Su questo sito si utilizzano cookies tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazioni accetti.

GRU>ARCHIVIO>ABSTRACT>T>Trento Martina - Il restauro dell’Armatura B54 proveniente dall’Armeria Reale di Torino: problematiche di riadesione della lacca giapponese su supporto metallico*
Lo studio e il restauro affrontato nel seguente lavoro di tesi magistrale è stato svolto su un’armatura giapponese proveniente dall’Armeria Reale di Torino. L’armatura, denominata B54, entrò a far parte delle collezioni del museo nel 1871 quale dono da parte dell’imperatore del Giappone a Vittorio Emanuele II. Dopo un primo periodo di esposizione, l’opera venne ricoverata nei magazzini nel 1968 a causa di una revisione dell’assetto museale.

Da una prima analisi macroscopica si è evidenziato come l’armatura sia nel suo insieme il risultato di un assemblaggio di differenti parti.
L’ipotesi è stata avvalorata soprattutto dalla presenza di due firme di armaioli vissuti in periodi differenti, di tre diversi emblemi di casate e di due paia di protezioni per le spalle. Tali elementi hanno permesso di datare con certezza l’elmo alla seconda metà del XVI secolo mentre la corazza ad almeno due secoli dopo.

Il lavoro si è incentrato sulle problematiche conservative riscontrabili su un’opera polimaterica di tale complessità. Infatti le armature dei samurai sono note per essere realizzate con molteplici materiali costitutivi quali metalli, lacche, tessuti, cuoio, pelle, carta, corno. Se per il restauro dei materiali sopracitati si conoscono le metodologie di intervento che è bene applicare, il restauro della lacca applicata su supporto metallico è una problematica poco conosciuta e studiata in Occidente.

Dopo un approfondito studio bibliografico sulla tecnica di esecuzione e sul restauro dei manufatti in metallo che presentano una laccatura con urushi, si è riscontrato quanto la letteratura scientifica in questo caso sia ancora insufficiente e poco approfondita. Per tale motivo lo scopo del seguente elaborato è di fornire una metodologia applicativa per il restauro di materiali che presentano sollevamenti e/o distacchi della lacca dal suo substrato metallico, nel tentativo di implementare uno degli aspetti ancora critici in materia.

Il lavoro ha avuto inizio dallo studio analitico dell’opera realizzando una serie di indagini multispettrali (foto in luce ultravioletta e in falso colore) e diagnostiche non invasive (XRF, microscopia ottica) e micro-invasive (FT-IR, sezioni stratigrafiche, SEM), per la caratterizzazione dei materiali e degli interventi precedenti.

Al termine delle indagini conoscitive è stata avviata una ricerca sperimentale per identificare il migliore adesivo da impiegare per la riadesione dei sollevamenti dell’urushi sul metallo. I prodotti da testare sono stati selezionati, dopo aver consultato un elevato numero di interventi di restauro e casi studio, tenendo conto delle necessità dei materiali costitutivi e delle caratteristiche tecniche dei prodotti. La sperimentazione è iniziata su provini in metallo laccato, invecchiati artificialmente mediante stress termici e meccanici.


* Tesi di Laurea Magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali in convenzione con Centro Conservazione e Restauro dei Beni Culturali "La Venaria Reale", a.a. 2015/2016. Relatori: Vilma Basilissi, Alessandro Lo Giudice; Correlatori: Maria Beatrice Failla, Tommaso Poli; Correlatori esterni: Riccardo Franci, Mario Epifani.


Bibliografia essenziale

AA.VV., 1985 – Tessuti preziosi del Giappone. Kinran - Shokko-nishiki - Kinsha secoli XVI/XIX. Storia - Tecniche - Analisi - Restauro. Museo d'arte orientale Edoardo Chiossone, 30 maggio-15 settembre;

Compagnia dei Librai, Genova Angelucci A., 1890 – Catalogo dell'Armeria Reale, Torino;

Appolonia L., Pinna D., Cauzzi D., Casoli A., Campani E., Berzioli M., Darecchio M. E., Zeoli A., Colombo A., Martini M., Galli A., Chiantore O., Poli T., Piccirillo A., Camaiti M., Picollo M., Tisato F., Borgioli L., Cremonesi P., Volpin S., 2008 – Studio per la caratterizzazione chimico-fisica dei consolidanti. Valutazione della variazione delle proprietà chimico-fisiche con l’invecchiamento artificiale di undici adesivi, di origine naturale e sintetica, comunemente utilizzati come consolidanti nel restauro di beni storico-artistici. In: L’attenzione alle superfici pittoriche. Materiali e Metodi per il Consolidamento e Metodi Scientifici per Valutarne l’efficacia – 2 (CESMAR7 Diane Kunzelman a cura di), Atti di congresso, Milano 21-22 novembre, Il Prato casa editrice, Padova, pp. 9-32;

Bainbridge T., Newman N., Rivers S., Thackray A., Yamashita Y., 2015 Short communication: goberge, shimbari, go-bars: the use of flexible sticks for clamping. Journal of the American Institute for Conservation, Vol. 54, n° 2: pp 65-73;

Bidorini S., Ervas A., Dei Negri J., Morassutti A., Spadavecchia F., 2010 – Il restauro di cinque armature giapponesi: un progetto conservativo per complessi manufatti polimaterici. In: Congresso Nazionale Annuale IGIIC, “Lo stato dell’arte 8, 16-18 settembre 2010 Palazzo Ducale, Venezia”, Nardini Editore, Firenze, pp 145-152;

Borgioli L., Cremonesi P., 2005 – Le resine sintetiche usate nel trattamento di opere policrome. Collana i Talenti, Il Prato casa editrice, Padova;

Bottomley I., Hopson A., 1988 – Arms and Armor of the Samurai: The History of Weaponry in Ancient Japan. Crescent Books, New York;

Civita F., 2012 – Restauro e conservazione in Giappone. Studio del polimaterico nelle armature giapponesi. Kermes, n°85, gennaio-marzo, pp 39-48;

Colle E., Civita F. (a cura di), 2013 – Samurai! Armature giapponesi della Collezione Stibbert. Editore Sillabe, Livorno;

Coueignoux C., 2009 – Aqueous Cleaning of Photodegraded East Asian Lacquer: A Case Study. Journal of the American Institute for Conservation, Vol. 48, n° 1, pp 51-67;

Dalewicz-Kitto S., Hood J., Mclaughlan F., Schmuecker E., 2013 – Japanese armour and the conservation of a Sakakibara family armour at the Royal Armouries. Journal of the Institute of Conservation, Vol. 36, n° 1, pp 35-52;

Epifani M., Civita F., Assogna T., Borgialli V., Curti A., Oliva C., 2016 – Produzione giapponese, “Kebiki asagi odoshi hon-kozane dō-maru”. In: Restituzioni. Tesori d’arte restaurati, Intesa SanPaolo, Marsilio, Venezia, pp 193-197;

Faieta M., Rivalta A., 2007-2008 – Lacca urushi su metallo: tecniche esecutive, degrado e conservazione. Un caso studio: “un elmo (kabuto) della collezione giapponese del Museo Stibbert”. Tesi di Diploma, rel. Prof. Basilissi V., Istituto Centrale per il Restauro, Roma;

Heginbotham A., Khanjian H., Rivenc R., Schilling M., 2008 – A procedure for the efficient and simultaneous analysis of Asian and European lacquers in furniture of mixed origin. In: ICOM Committee for Conservation, Vol. II, pp. 608-616;

Kinoshita T., Ueno H., Nakasato T., Miyata S., 1998 – A study on the traditional heating technique of Urushi coating: experimental study on the heating technique of Urushi. In: Science for conservation, n° 37, pp. 34- 45;

Kōzan S., 1979 – The Manufacture of Armour and Helmets in Sixteenth Century Japan (Chūkokatchū Seisakuben). Trans. by T. Wakameda, revised by A.J. Hoop B.A. and Hogitarō Inada (1962), revised and edited by H. Russell Robinson (1962), The Holland Press, London;

Kumanotani J., 1985 – The Chemistry of Oriental Lacquer (Rhus Verniciflua). In: Urushi:Proceedings of the Urushi Study Group. June 10-27. Edited by N.S. Brommelle and Perry Smith The Getty Conservation Institute, Tokyo, pp 243-251;

Lencz B., 2003 – The development of conservation of Japanese armors and lacquerware in Hungarian Public Collection. In: The Role of Urushi in International Exchange, The 27th International Symposium on the Conservation and Restoration of Cultural Property, December 2003, National Research Institute for Cultural Properties, Tokyo, pp 191-200;

Mattila L., 2006 – The conservation and display of a Japanese armour from the Edo period. In: Make all sure: the conservation and restoration of arms and armour (Douglas Smith R., a cura di), Basiliscoe Press, Leeds pp 101-104;

Mazzini F. (a cura di), 1977 – L’Armeria Reale riordinata. Rapporto dei lavori 1969-1977. Ricerche storiche, Torino;

Mazzini F. (a cura di), 1982 – L’Armeria Reale di Torino, Bramante Editore, Busto Arsizio;

Niimura N., 2009 – Determination of the type of lacquer on East Asian lacquer ware. International Journal of Mass Spectrometry, Vol. 284, pp. 93-97;

Nimmo M. (a cura di), 1996 – Cuoio dorato e dipinto. Materiali d’intervento. Roma, Istituto Centrale per il Restauro (ICR);

Nimmo M., Paris M., Rissotto L. (a cura di), 2008 – Cuoio dorato e dipinto. Schedatura di manufatti. Repertorio dei punzoni. Tipografia Comas Grafica, Roma;

Öguchi H., 1983 – Japanese Shakudo. Its history, properties and production from gold-containing alloys. Gold Bulletin, Vol. 16, Issue 4, pp 125-132;

Piva G. (a cura di), 2009 – Samurai: opere della collezione Koelliker e delle raccolte extraeuropee del Castello Sforzesco. Mazzotta editore, Milano;

Ravbar I., 2006 – The conservation of a Japanese armour. In: Make all sure: the conservation and restoration of arms and armour (Douglas Smith R., a cura di), Basiliscoe Press, Leeds, pp 97-100;

Rivers S., Yamashita Y., 2006 – A cross-cultural approach to urushi conservation: consolidation of metal foil decoration on the Mazarin chest. Studies in Conservation, Vol. 51, sup. 2, pp 286-292;

Robinson R. H., 2013 – Oriental Armour. Dover Publications, Mineola, New York;

Schellmann N., Taylor A., 2015 – Establishing the fracture properties of delaminating multilayered decorative coatings on wood and their changes after consolidation with polymer formulations. Journal of Materials Science, Vol. 50, n° 7, pp 2666-2681;

Schmuecker E., 2007 – The conservation and display of a Japanese helmet. In: Arms & Armour, Vol. 4, n° 2, pp 145-158;

Scott D. A., Eggert G., 2009 – Iron and Steel in Art: Corrosion, Colorants, Conservation. Archetype Books, Londra;

Seyssel d'Aix V., 1841 – Armeria antica e moderna di S.M. Carlo Alberto. Stabilimento Tipografico Fontana, Torino;

Taguchi Y., 2005 – On the Restoration of “Kabuto” in the Collection of the Metropolitan Museum of Art. In: The Cooperative Program for the Conservation of Japanese Art Objects Overseas. National Research Institute for Cultural Properties, Tokyo, pp. 196-232;

Tetreault J., 1996 – Adhesive Testing at the Canadian Conservation Institute: An Evaluation of Selected Poly(VinylAcetate) and Acrylic Adhesives. Studies in Conservation, Vol. 41, pp. 19-44;

Tosa A., 2013 – Un guerriero giapponese all’Armeria Reale di Torino. In: Armi antiche, Bollettino dell’Accademia di San Marciano, Roberto Chiaramonte Editore, Torino, pp 125-138;

Webb M., 1998 – Methods and Materials for filling Losses on Lacquer Objects. Journal of the American Institute for Conservation, Vol. 37, n° 1: pp 117-133;

Webb M., 2000 – Lacquer: Technology and Conservation, A Comprehensive Guide to the technology and Conservation of Asian and European Lacquer. Butterworth-Heinemann, Oxford;

Yamashita Y., 2009 – Restoration of Urushi Objects in Japan. In: Urushi 2009, International Course on Conservation of Japanese lacquer. National Research Institute for Cultural Properties, Tokyo, pp 82-91;